Home » Chi siamo » Organi di gestione

Conferenza della Rete

La Conferenza della Rete rappresenta l'organo cui compete di indirizzare l'attività politico-gestionale della Rete di Riserve. Essa è convocata dal Presidente almeno due volte all'anno ed è composta dai rappresentanti pro tempore degli enti sottoscrittori dell'Accordo di programma o comunque da soggetti da questi delegati alla partecipazione. La Conferenza della Rete è composta da:
  • il Sindaco di ciascun comune aderente alla Rete di Riserve o suo delegato, (compreso il comune di Predazzo);
  • l'Assessore all'Ambiente della Provincia Autonoma di Trento o suo delegato;
  • la Procuradora del Comun general de Fascia o suo delegato
  • il Presidente dell'Asuc di Pozza o suo delegato
  • il Presidente dell'Asuc di Pera o suo delegato
  • il Presidente dell'Asuc di Canazei o suo delegato
  • il Presidente dell'Asuc di Gries o suo delegato
  • il Presidente dell'Asuc di Alba o suo delegato
  • il Presidente dell'Asuc di Penìa o suo delegato
  • il Presidente del Consorzio dei Comuni B.I.M. Adige - Trento o suo delegato
  • il Regolano del Feudo di Predazzo o suo delegato
  • lo Scario della Magnifica Comunità di Fiemme o suo delegato.
La Conferenza elegge al proprio interno un Vicepresidente, il quale svolge i compiti che gli vengono delegati dal Presidente e lo sostituisce in caso di assenza o impedimento.
Le funzioni di Segretario della Conferenza sono svolte dal Coordinatore della Rete.

La Conferenza è costituita per l'intera durata dell'Accordo di Programma e svolge le seguenti funzioni:
  • decide i criteri e gli indirizzi strategici per la formazione del Piano di Gestione;
  • adotta il Piano di gestione;
  • verifica lo stato di attuazione dei programmi di azione ed in particolare del Piano di gestione della Rete;
  • coordina in materia di organizzazione, di personale, di gestione finanziaria;
  • individua il personale dell'Ente capofila che compone il Coordinamento della Rete, determinandone compiti e funzioni;
  • individua i 3 esperti componenti del Comitato Tecnico-scientifico;
  • stabilisce, su proposta del Presidente, la composizione, la durata e l'attività del Forum Territoriale (Desch dla Cordanza), che viene assunto come riferimento privilegiato ed a cui è tenuta a riferire in merito alle decisioni prese
  • approva la relazione annuale sullo stato di attuazione della Rete;
  • può proporre, all'unanimità dei componenti, i criteri di riparto e le modifiche al Programma Finanziario durante il periodo di durata dell'Accordo di programma o l'aggiornamento per il successivo periodo di validità.
  • decide e stabilisce ogni altro aspetto riferibile alla governance della Rete, non disciplinato dal presente Accordo.
  • approva il programma d'azione, quale strumento per stabilire gli interventi (tra quelli inseriti nel Piano di Gestione o in coerenza con lo stesso) da realizzarsi annualmente e per definire le attività di partecipazione e comunicazione ad esso collegate.
  • decide in merito al coordinamento delle progettualità ricadenti sul territorio della Rete, sulla base del parere non vincolante istruito dal Comitato tecnico-scientifico della Rete.
Per la validità delle sedute della Conferenza è necessaria la presenza della maggioranza dei componenti. La Conferenza decide a maggioranza dei presenti, in caso di parità prevale il voto del Presidente.
Le decisioni assunte dalla Conferenza verranno attuate dall'Ente capofila, attraverso delibere e/o determinazioni adottate dall'Ufficio di Coordinamento della Rete sulla base del verbale redatto dal Segretario della Conferenza.
 
QR Code