Home » Territorio

Aree Protette

Lo scopo principale dell'istituzione di una rete di aree protette all''interno della Comunità della Valle di Fassa consiste nella gestione unitaria e coordinata delle stesse, atta alla conservazione, alla tutela ed al miglioramento dello stato di conservazione delle emergenze ambientali che ne hanno giustificato l'istituzione, ma soprattutto, per quanto riguarda le specie animali e vegetali, alla loro valorizzazione in chiave ambientale, di protezione, educativa, ricreativa e turistica.
Analizzando la situazione specifica della Val di Fassa e considerando i vari aspetti collegati alla necessità di conservazione degli ambienti naturali prioritari che la caratterizzano, emergono al tempo stesso aree di particolare pregio naturalistico e aree più sensibili, ovvero che necessitano di specifica tutela per la loro conservazione.

La "Rete di Riserve della Val di Fassa - Cordanza per l Patrimonie naturèl de Fascia" si contraddistingue per la presenza di valori naturali di livello internazionale per quanto riguarda la geologia e la geomorfologia, la presenza diffusa di aree umide, particolarità botaniche, l'ecosistema fluviale del torrente Avisio e il ghiacciaio più ampio delle Dolomiti, la Marmolada.

Essa è composta da 12 riserve (5 Z.S.C, 4 riserve locali, 2 siti componenti il Patrimonio Dolomiti UNESCO e l'area di protezione fluviale del torrente Avisio) per una superficie di circa 6.900 ettari corrispondete a quasi il 22% del territorio del Comun general de Fascia. La aree costituenti la Rete si trovano sia in destra che in sinistra orografica del torrente Avisio, risultando così distribuite sui 7 Comuni della valle.

Costituiscono la "Rete di Riserve della Val di Fassa - Cordanza per l Patrimonie naturèl de Fascia":

A) Zone speciali di conservazione:

B) Aree Patrimonio dell'Umanità Unesco:

C) Riserve Locali:

D) Area di protezione fluviale del torrente Avisio

 
QR Code