Punti d'interesse
Cultura e società
Località
Home » Territorio » Terra e Acqua

Terra

Uno dei caratteri più importanti della "Rete di Riserve della Val di Fassa - Cordanza per l Patrimonie naturèl de Fascia" è sicuramente il paesaggio dolomitico. I processi geologici e geomorfologici che hanno dato origine alle Dolomiti si possono far risalire ad almeno 250 milioni di anni fa. Infatti, grazie ad un ambiente marino, si vennero a creare delle condizioni ideali per lo sviluppo di numerose colonie di biocostruttori che hanno portato alla costruzione dei massicci dolomitici che caratterizzano oggi il territorio della valle. La peculiarità che contraddistingue questi ambienti, inoltre, è data dalla vicinanza tra rocce di natura diversa. Infatti, vi si trovano rapporti tra rocce eruttive e rocce sedimentarie di piattaforma carbonatica. Questa peculiarità consente di poter ammirare dei contrasti unici tra le chiare pareti calcaree e dolomitiche e le scure rocce vulcaniche. L'origine di queste è da ricondurre alla presenza di alcuni vulcani posti nei dintorni della catena dei Monzoni. L'attività vulcanica verificatasi nella regione dolomitica è stata così imponente che può essere considerata tra le più importanti regioni vulcaniche d'Europa del Triassico medio. Le unità vulcaniche e i prodotti sedimentari dovuti alla successiva erosione delle vulcaniti caratterizzano ancora oggi rilievi montuosi come il Buffaure e parti delle Valli di San Nicolò e Duron. Al termine dell'attività vulcanica, gli organismi biocostruttori ricominciarono la loro attività dando origine a nuove piattaforme carbonatiche note oggi come Dolomia Cassiana.
La storia più recente della Valle è legata soprattutto a fenomeni di erosione e di accumulo di sedimenti. Importante, inoltre, risulta essere l'impronta lasciata dall'espansione dei ghiacciai.
Catinaccio
(foto di Manuel Bernard)
 
QR Code